Museo del Merletto

Museo del Merletto

“Un Merletto per Venezia” 2020

Concorso

7° Concorso nazionale di merletto ad ago e di merletto a fuselli

La Fondazione Musei Civici di Venezia e il Museo del Merletto di Burano, presentano il 7° Concorso nazionale di merletto ad ago e di merletto a fuselli, dedicato al tema “Anche un merletto per salvare il Pianeta:

Il Concorso veneziano, sempre attento all’attualità, al contesto contemporaneo storico, sociale, climatico, propone un tema molto sentito e sempre più compreso dall’opinione pubblica, una questione che potrebbe diventare drammatica se non adeguatamente affrontata e dibattuta.
Non sono fandonie inventate per spaventare l’umanità, ma fatti documentati che ci mettono di fronte realisticamente a circostanze concrete: l’emergenza clima, innanzitutto, che determina incendi disastrosi (Portogallo, California, Australia) che provocano la scomparsa totale di specie vegetali e animali (panda, canguri) oltre alla distruzione di città e alla morte di esseri umani; il ritiro di ghiacciai millenari con conseguenti innondazioni e frane da un lato e inaridimento di estesi territori dall’altro; lo scioglimento di iceberg giganteschi come isole, che provocano l’innalzamento del livello dei mari e la morte di pinguini, orsi polari, specie faunistiche protette.
Non si mettono a norma né impianti né fabbriche, che inquinano l’aria con effetti disastrosi sulla salute e l’aumento di gravi malattie per intere comunità; si consumano carbone e petrolio sfruttando in maniera scriteriata le risorse del sottosuolo; si abusa dell’utilizzo delle plastiche che sono praticamente indistruttibili e che hanno invaso gli oceani in smisurati agglomerati che producono morte e mutazioni nel mondo marino.
Non ci sono freni agli scarichi abusivi, alle “terre dei fuochi”, manca una educazione anche molto elementare per la raccolta differenziata che porterebbe al riciclo intelligente dei rifiuti e dei materiali di scarto.
Il genere umano deve tornare sui suoi passi, riflettere e ripensare ad un modus vivendi intelligente, che guardi con gratitudine alla natura e la protegga e questo può avvenire non solo attraverso il tenore di vita, da ciò che si mangia, da ciò che si veste, ma anche da quello che si produce. Si auspica un ritorno alla manualità, all’artigianato che gratifica chi lo pratica, e che dovrebbe essere giustamente compensato e promosso, come il merletto.
Il concorso può far poco, ma vuole contribuire alla consapevolezza di tali problemi semplicemente motivando una riflessione che porti ad esprimere con un disegno e con la sua realizzazione in merletto ad una maturazione non superficiale dell’enorme problema.

 

Il Concorso vuole promuovere a livello nazionale un’attività di alto artigianato che, oggi più che mai, rischia di scomparire.

NOTA
Si ricorda ai futuri eventuali partecipanti di prestare attenzione nell’assegnare il vostro lavoro alle categorie di gara: “antico” e “moderno”, perché a volte possono non coincidere con il concetto che di tali categorie hanno i giurati.

Si chiarisce che un merletto è considerato “antico” quando nel rispetto di tecnica e punti utilizzati produce un oggetto che può anche essere tridimensionale, ma che non ha bisogno di altri complementi iconografici per esistere ed essere capito; è invece assegnabile alla categoria “moderno” quando ha necessità, per completare il concetto artistico che si vuol esprimere, di elementi estranei al merletto stesso. Non è dunque la monocromia oppure la policromia a classificare e distinguere una tipologia, ma è l’installazione di cui non può fare a meno.


 

Il Concorso, aperto a opere inedite ed eseguite a mano, è articolato nelle seguenti sezioni:

  • Merletto ad ago
    – sottosezione “stile antico” (in quanto rispecchia la tradizione per scelta di  tecnica, colore e disegno);
    – sottosezione “stile moderno” (in quanto rispecchia un’interpretazione che si avvale di filati colorati e l’impiego di materiali vari).
  • Merletto a fuselli
    – sottosezione “stile antico” (in quanto rispecchia la tradizione per scelta di  tecnica, colore e disegno);
    – sottosezione “stile moderno” (in quanto rispecchia un’interpretazione che si avvale di filati colorati e l’impiego di materiali vari).

_

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE:

Ogni esecutore/trice può inviare una sola opera per sezione, utilizzando per la realizzazione fibre come la seta, il cotone o il lino senza peraltro escludere il supporto di altri materiali, esclusi il vetro e il cristallo.

La partecipazione avviene attraverso l’invio delle schede di adesione presenti in questa pagina, compilate con caratteri leggibili in ogni campo. La modulistica deve pervenire entro le ore 16.00 del 30 settembre 2020 via posta al Museo del Merletto di Burano, all’indirizzo Piazza Galuppi Burano – 30012 Venezia, oppure via email a  museo.merletto@fmcvenezia.it

Clicca e scarica le schede per la partecipazione per la sezione Merletto ad ago, stile antico:

Clicca e scarica le schede per la partecipazione per la sezione Merletto ad ago, stile moderno:

Clicca e scarica le schede per la partecipazione per la sezione Merletto a fuselli, stile antico:

Clicca e scarica le schede per la partecipazione per la sezione Merletto a fuselli, stile moderno:

Le opere dovranno pervenire entro e non oltre le ore 16.00 del 10 gennaio 2021 alla sede del Museo del Merletto di Burano – Piazza Galuppi Burano – 30012 Venezia.
La scadenza è stata posticipata in considerazione della situazione emergenziale.

Per ulteriori dettagli, leggi il Regolamento del Concorso >

_

INFORMAZIONI:

Museo del Merletto di Burano
Piazza Galuppi, Burano 30012 – Venezia
Tel./Fax 0039 (0)41-730034
E-mail
museo.merletto@fmcvenezia.it